In offerta!

Il castello di Mezzolato

Un libro di Massimo Mazzieri

(2 recensioni dei clienti)

4,9914,25

Un castello sotto assedio, i castellani misteriosamente scomparsi: cos’è accaduto a Mezzolato?

Svuota
ISBN: --
Collana:
Genere: ,

Descrizione

Frignano (Appennino Modenese), anno 1200 circa.

Dopo l’assedio e la distruzione del castello di Mezzolato ad opera del conti Montecuccoli, il mistero avvolge la sorte degli assediati, tutti scomparsi.

In realtà sono riusciti a sfuggire alla morte grazie alle arti magiche di Gandolf Beleos consigliere del conte Guicciardo da Gomola. Egli è riuscito a dare origine ad un mondo parallelo, dove i sopravvissuti cominciano a vivere e prosperare, creando una società con regole e leggi basate su una spietata meritocrazia ed un sistema di caste organizzato sui  mestieri e sul luogo dove si abita.

Un giorno Matteo, il protagonista di questa storia, viene indotto da un macabro rinvenimento ad entrare in questo mondo parallelo, e nonostante mille peripezie riesce ad esplorarlo e ad avvicinarsi alla sorprendente ed inattesa verità celata dietro questo mistero.

Rassegna stampa e recensioni

Informazioni aggiuntive

Peso 400 g
Formato

Libro, ePub, Kindle (mobi), PDF

Numero di pagine:

216

Data di uscita

15 febbraio 2015

2 recensioni per Il castello di Mezzolato

  1. marcello_rodi

    “Il castello di Mezzolato” è uno di quei romanzi che ti avvolge come una coperta: lo inizi a leggere e senza che tu te ne renda minimamente conto, affondi letteralmente nella storia come se fossi tu, lettore, in prima persona, a sfogliare le pagine del diario di Duat de Or e ad iniziare la ricerca di questo fantastico mondo in cui si sono rifugiati – per mettersi in salvo – gli assediati del Castello di Mezzolato.
    L’emozione è ancora più grande quando realizzi che vicino a Mezzolato (luogo che oramai non esiste più sulle carte geografiche, e il cui ricordo è perpetuato solamente dal nome di una strada che costeggia un rudere di parete infiltrato dalle piante rampicanti) hai passato le estati più belle della tua vita di ragazzo.
    A quel punto la magia del racconto si impossessa completamente di te, e quando sfogli l’ultima pagina del romanzo ti resta una grande nostalgia, come quella che si prova quando si saluta un caro amico che parte, o un ricordo degli anni migliori che sbiadisce nel tempo…

  2. claudiazuccarini (proprietario verificato)

    Qualche anno fa Campi di Carta ha pubblicato questo romanzo, il cui autore è decisamente eclettico, artista oltre che scrittore. La copertina del libro, riuscitissima, è stata creata da lui, così come quella de Il venditore di ghiaccio. Mazzieri, con quest’opera di esordio, si rivela essere uno scrittore fantasioso, originale e ben documentato. La città del potere sembra essere un’allegoria avventurosa e impossibile di un mondo in cui regna il raziocinio accanto ai sortilegi, per scalare meritocraticamente il potere. Le domande esistenziali non hanno ragion d’essere, gli orpelli non occorrono, tutto vige secondo il principio della funzionalità asservita al potere. Questa affascinante storia, il cui inizio risale al 1200, narra la storia del castello di Mezzolato, della sua distruzione e della misteriosa sparizione dei suoi abitanti. Come si intreccia il presente e la vita di Matteo con questi abitanti? Mazzieri costruisce una trama avvincente che centellina la soluzione di tutti i misteri sino alla fine. Nel mezzo il lettore partecipa alle avventure dei protagonisti tra montagne e vallate, che sembrano uguali tra loro, e tra le costruzioni di una città incredibile, costruita a spirale. Non svelo altro, poiché il libro merita di essere letto con impazienza.

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *